Турин Интервью Conferenza in ricordo di Armando Ceste alla Mole Antonelliana (Torino, Italia)

Conferenza in ricordo di Armando Ceste alla Mole Antonelliana (Torino, Italia)

319
0
ПОДЕЛИТЬСЯ
Conferenza in ricordo di Armando Ceste alla Mole Antonelliana

conferenza su Armando Ceste13 aprile, ore 11,30, sala conferenze della Mole Antonelliana, Via Montebello 20, Torino

“Credo che la storia, la memoria di una generazione vada non solo salvata, ma raccontata dai suoi protagonisti. Il rischio è l’oblio, la disinformazione. Il cinema è patrimonio culturale collettivo e poichè tale occorre trasmetterlo alle nuove generazioni”
Questo era uno dei tanti pensieri di Armando Ceste che per oltre quarant’anni ha raccontato nei suoi filmati la società italiana e le sue contraddizioni. Nato a Torino nel 1942, dopo alcune esperienze di cinema underground, è tra i fondatori del Collettivo Cinema Militante di Torino (Italia), realizzando cortometraggi e documentari con l’AAMOD (Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico di Roma) di cui faceva parte del Comitato dei Garanti, presentando il suo primo cortometraggio dal titolo La lezione, al Festival del Cinema Indipendente Italiano (oggi, conosciuto come Torino Film Festival) nel 1969 a Torino. Il 13 aprile 2016 presso la Sala Conferenze della Mole Antonelliana – Museo Nazionale del Cinema, è inaugurato il sito web www.armandoceste.it alla presenza di Petra Probst, Pier Milanese e Osvaldo Marini dell’Archivio Armando Ceste (AAC), Federico Sacco e Gianni de Pasquale di Sowbyte, l’amico Steve Della Casa di Hollywood Party di Rai Radio 3, Vittorio Sclaverani dellACC e Presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema. Lo scopo di questa conferenza e del suo progetto, vuole essere un segno d’amore per ricordarlo e tramandare una memoria attraverso le sue opere a un pubblico più vasto, ma soprattutto alle nuove generazioni finchè il ricordo e le immagini preesistenti possano produrre e stimolare nuove strategie. Con l’obiettivo di rendere accessibile il suo archivio alla collettività, il patrimonio artistico e culturale che il regista ha lasciato, iniziando proprio dalle produzioni cinematografiche alle grafiche e pittoriche che documentano avvenimenti riguardanti visioni di un passato non morto e neanche passato come lo stesso Ceste amava ricordare.

Troviamo nel suo percorso sociale, politico e cinematografico figure importanti come il Premio Nobel Dario Fo congiuntamente a Franca Rame (Aria di golpe), Adriano Sofri (Viaggio alla fine del mondo), Luca Rastello e Marco Revelli (Fiatamlet), Don Luigi Ciotti (Libera terra e Abdellah e i suoi fratelli), Anna Karina (Il volto della novelle Vague), Jean-Marie Straub (La resistenza del cinema e Lezione di cinema), Erri De Luca (Dopo Genova e Porca miseria), Ascanio Celestini (Marisa e le altre), Marco Baliani (Love difference), Emilio Pugno (Gli anni duri) e attori teatrali come Michele Di Mauro e Marco Alotto. Fondatore nel 1984 e direttore artistico del notevole Valsusa Filmfest, un festival cinematografico che racchiude temi della memoria storica e della difesa dell’ambiente, occupandosi inoltre della comunicazione visiva di programmi culturali per musei associazione ed Enti Pubblici. L’acutezza dello sguardo registico di Ceste sono i temi che caratterizzano o suoi lavori parlando dell’immigrazione alla precarietà e nuove povertà, per arrivare alla trasformazione della città e delle periferie, senza dimenticare le vecchie e nuove resistenze o addirittura i diritti dei lavoratori. Il tempo trascorso dalle sue opere cinematografiche, resta ancora di attualità. Un uomo sempre in movimento, pronto a cogliere le sfumature che si presentavano, tant’è che nel 2000, pubblica una raccolta di suoi disegni dal titolo: Storyboard (ed. Ananke). Nel 2008 riceve il Premio Set Torino Piemonte per la sezione “Documentario” istituito da Film Commission Torino Piemonte con la Fondazione CRT non ultimo, sempre nel medesimo anno, ha ideato con Claudio Paletto il progetto di “concent film collettivo” Walls and Borders (in corso di realizzazione) che non ha potuto finire, poichè il destino ha voluto diversamente! Muore a Orbassano (Torino, Italia) il 15 aprile 2009. Nel 2012 i più importanti lavori fatti da Armando Ceste sono stati donati alla Bibliomediateca “Mario Gromo” (Torino, Italia), e resi disponibili al pubblico, istituendo il fondo “Armando Ceste”.

Intervista Daniele Giordano regista, riprese video News Events Turin

При копировании материалов с портала "Новости и события Турин" активная ссылка www.newseventsturin.net обязательна.
[restrictedarea level="6"] Содержимое только для зарегистрированных [/restrictedarea]
----

А как там в Турине? Турин сегодня, завтра и послезавтра "События месяца"

Фотография, видеосъемка, организация свадеб в Италии

Свадебный видеооператор, свадьба в Италии Пьемонт Русский гид Турин и Пьемонт
Google

ОСТАВЬТЕ ОТВЕТ

Войти с помощью: